Vermeer e la Musica: l’arte dell’amore e dello svago

Vermeer e la Musica: l’arte dell’amore e dello svago

28 giugno – 8 settembre 2013

Mostra presso National Gallery, Londra

www.nationalgallery.org.uk

«La musica era l’attività sociale prevalente nel Seicento olandese; in assenza di una Chiesa o di una Corte che facessero da patroni, la musica era il passatempo per eccellenza della ricca borghesia e così è raffigurata nell’arte dell’epoca».

Betsy Wieseman, Direttrice della mostra

Sulla scia della mostra “Il secolo d’oro dell’arte olandese” tenutasi presso le Scuderie del Quirinale tra il 27 settembre 2012 e il 20 gennaio 2013, ecco che Londra ripropone la tematica fiamminga, questa volta abbinato all’esperienza musicale seicentesca.

La mostra estiva proposta dalla National Gallery evidenza l’importanza della musica nella vita sociale e artistica dei Paesi Bassi durante il Seicento, dando al visitatore la possibilità di ammirare accanto ai dipinti, strumenti musicali dell’epoca, come un virginale ( un tipo di clavicembalo), chitarre e liuti; uno dei più affascinanti è un liuto italiano del 1630 in ebano e legno di pino con la cassa armonica interamente rivestita d’avorio.

La rappresentazione di strumenti musicali o spartiti nei quadri potevano suggerire il rango del personaggio ritratto o fungere da metafora (armonia oppure caducità).

Tre giorni alla settimana, sempre all’interno dello spazio espositivo, i visitatori possono udire le performances dal vivo dei musicisti dell’Academy of Ancient Musica, ricreando attraverso la musica l’atmosfera seicentesca.

Nonostante siano esposti quadri di diversi maestri olandesi come Jan Steen, Carel Fabritius, Hendrick ter Brugghen, Gabriel Metsu e Pieter de Hooch, (i quali raffigurano interni con persone che suonano uno o più strumenti, a volte in un duetto amoroso, a volte per una lezione di musica, a volte come intrattenimento), il protagonista della mostra rimane comunque Jan Vermeer (Delft, 1632 – Delft, 1675).  Dell’artista rimangono solo trentasei opere, difficili da riunire all’interno di un’unica mostra. In questo caso la National è riuscita ad ottenere in prestito La suonatrice di chitarra (English Heritage) e La lezione di musica (di proprietà della Regina), oltre alla Giovane donna seduta a un virginale, 1670-72, da una collezione privata di New York.

 

, , , , ,

No comments yet.

Lascia un Commento